Centro Santa Maria Madre Nostra – Accoglienza

Procedura di accoglimento in struttura

Primo passo:
Il familiare e/o tutore legale della persona con disabilità deve rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune di residenza, individuare l’assistente sociale assegnato in base al distretto di appartenenza, presentare la propria situazione, corredata da opportuna documentazione e realizzare formale richiesta di inserimento presso un centro diurno (nell’indicazione della struttura preferenziale, indicare Centro Santa Maria Madre Nostra).
E’ in via di definizione l’utilizzo, in questa fase, di una Scheda di Valutazione MultiDimensionale (S.Va.M.Di) che permette di determinare, sulla base di più fattori, le necessità assistenziali, riabilitative ed educative della persona con disabilità ed attribuire un “punteggio” un ”indice di priorità” rispetto alla situazione specifica.

Secondo passo:
La domanda così corredata sarà oggetto di valutazione da parte dell’Unità Valutativa Multidisciplinare Distrettuale (U.V.M.D.), che coinvolge i servizi sociali del Comune di Venezia e l’Unità Operativa Disabili dell’A.U.L.S.S. 12 veneziana, eventuali figure di pertinenza (es. il medico di base) ed il responsabile del centro per il quale si sta valutando l’inserimento. Verificata la disponibilità della struttura, l’U.V.M.D.
provvederà alla stesura di un Progetto Individuale (P.I.), in cui sono definiti tempi, modi e finalità del percorso.

Terzo passo:
Una volta ottenuta risposta positiva da parte dell’U.V.M.D., il nostro centro si metterà in contatto con voi per conoscersi e per definire le modalità di ingresso: solitamente è previsto un inserimento graduale, per fare in modo che l’accoglienza al centro avvenga nella maniera più consona.

© Opera Santa Maria della Carità, 2014 P.iva 00612690271